Santoro e Freccero alla guida della Rai? Sarebbe la scelta migliore, quindi non c'è speranza

Michele Santoro e Carlo Freccero si candidano alla direzione della Rai: sarebbe una scelta autorevole e lontana dalla solita lottizzazione dei partiti, quindi Monti non la farà mai

santoro_freccero.jpg


Leggo dell'autocandidatura di Michele Santoro e Carlo Freccero, rispettivamente a direttore generale e presidente della Rai, e penso che una scelta più felice per Viale Mazzini sarebbe difficile da immaginare. Chi sa anche poco di televisione, non può non riconoscere il genio creativo di Freccero e la grande professionalità di Santoro, e quanto bene conoscano gli interna corporis della televisione pubblica.

Ma soprattutto, avremmo finalmente due persone autorevoli e indipendenti al posto dei soliti lacchè messi dai partiti per usare le reti pubbliche come fossero strumenti di propaganda politica. Tra l'altro, chi può dare più garanzia di equidistanza di Santoro, cacciato dalla Rai una volta da D'Alema e una volta da Berlusconi?


Però, come tutti possono facilmente immaginare, proprio perché i due sarebbero la scelta migliore per la Rai, non saranno mai scelti da Monti, che al di là delle parole di circostanza è uno che il coraggio proprio non se lo riesce a dare ed esegue puntualmente tutti i diktat dei partiti. I quali, al momento, non riescono neppure a decidere di tagliarsi i rimborsi elettorali e fare una nuova legge elettorale, figurarsi se saranno capaci di evitare la nomina dell'ennesimo cameriere pronto ad affondare definitivamente quel che resta della tv di stato. Inoltre c'è il fondatissimo sospetto che i camerieri piacciano molto anche all'attuale premier.


(In alto: Santoro e Freccero, fonte: infophoto).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO