Elezioni politiche 2013: Berlusconi di nuovo in campo (tanto la tv padronale è sempre lì)

Scritto da: -

Ecco come Tg1, Tg5 e Bruno Vespa raccontano l'ennesima discesa in campo di Berlusconi: la tv è pronta ancora una volta a tirare la volata al suo padrone

silvioealfano.jpg

In questo spazio, fin dalla sua nascita, abbiamo parlato tantissimo di Silvio Berlusconi: del resto quale argomento più interessante ci può essere, per un blog che si chiama Teleipnosi, di un monopolista miliardario della televisione che vince le elezioni e governa attraverso una sistematica manipolazione dell’informazione?

Poi siamo vissuti benissimo anche senza Silvio, in questi mesi in cui appariva defilato dalla scena politica (si noti il verbo appariva). Ma adesso eccolo di nuovo in pista: con tutta probabilità, ci informa il fedele segretario (del padrone, non del partito) Angelino Alfano, il Cavaliere si candiderà a premier per la sesta volta in meno di vent’anni.

Del resto, chi lo conosce bene ha sempre dubitato della scelta di farsi da parte e di vestire i panni del padre nobile (?) della destra. Non foss’altro per le molte questioni ancora in sospeso: dal processo Ruby alla sopravvivenza del suo impero televisivo (dei problemi del Paese e degli italiani non gli è mai fregato granché).

L’operazione sembra disperata, con il crollo nei sondaggi e la difficoltà di costruire le alleanze del passato, ma su un elemento Berlusconi può sicuramente contare: la cara vecchia televisione, che è rimasta così come l’aveva lasciata, cioè completamente asservita ai suoi interessi (e il nuovo cda Rai non fa sperare in chissà quali cambiamenti).

Quelli del Tg5 quando si tratta di parlare del padrone non ci provano neanche più a mantenere un facciata di decoro e decenza, si lanciano subito nella propaganda elettorale. Nel servizio a firma Cinzia Palatini la nuova discesa in campo ce la raccontano così: “I partiti preparano le strategie per convincere un elettorato disincantato e sedotto dall’antipolitica. Quindi rinnovarsi per convincere, e Berlusconi sa che la risposta parte da lui”. Se esistesse un Nobel per la comicità involontaria andrebbe assegnato di diritto alla giornalista di Canale 5.

Al Tg1 cercano un approccio più soft, di arrivare a presentare il Cavaliere quasi ottuagenario come una novità della politica - per ora - non se la sentono. Però di fatto mettono il silenziatore alle reazioni del mondo politico, chiaramente tutte improntate all’ironia e al sarcasmo.

In prima serata poi Bruno Vespa (ma quest’anno niente vacanze, lo dobbiamo proprio sopportare per tutta l’estate?) torna sull’argomento e mostra il solito sondaggio farlocco della sondaggista promoter del Capo. I dati? Praticamente il Pdl senza Silvio non esiste, con Silvio vola al 30 per cento. Tutte le altre rilevazioni attribuiscono al Cavaliere Highlander almeno dieci punti in meno, ma con una tv così c’è sempre tempo per rimediare.

(Foto - Infophoto).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Elezioni politiche 2013: Berlusconi di nuovo in campo (tanto la tv padronale è sempre lì)

    Posted by: Domenico Franza

    te ne devi andare a casa insieme a tutta la tua banda che avete rovinato l\'Italia questa volta in Parlamento fforse candiderà RUBY così siaqmo a posto. Scritto il Date —